Le visioni della domenica e il monoteismo liquido.

Sì, vedo le cose, quindi provo a partorire una “visione visibile” a settimana. Forse. Per ora c’è questa. Le prossime potrebbero essere ancora più marciotte.

Che il lo-fi sia con me.

STORDISCO – I Primi Due Anni

Di solito non disegno roba insanguinata . Ultimamente è capitato due volte in pochissimo tempo.
Poi mi farò tutte le domande del caso, per ora c’è che Stordisco compie i suoi primi due anni di vita e per l’occasione si è regalata una compilation ricca di gruppi belloni e di pezzi inediti.
Mamma, la prossima volta non lo disegno più il sangue, promesso.

Stordisco

La potete ascoltare qui sotto oppure QUI!

A Finnish Contact.

Finalmente, dopo anni, il minimal post-doccia vede la luce.
Ora potete dormire tranquilli.

Tributo ai LAGHETTO.

Sarà il punk, saranno i Super Amici, ma negli spensierati e brufolosi anni della gioventù i Laghetto (e l’universo circostante) sono stati un florido punto fermo ricco di ispirazione. Ecco, questa è la mia rivisitazione della copertina di “Sonate in Bu Minore Per Quattrocento Scimmiette Urlanti” (…che usciva DIECI anni fa!?). Il tributo si chiama “Il Coraggio Di Essere Suonati” e bisogna ringraziare quei sant’uomini di Impatto Sonoro.
Io vado a braccetto con i CHAMBERS e “La Mano Senza Dita”. Siamo nel secondo disco, “Pipa”, quello più soft, insieme a Uochi Toki e Napo, Fast Animals and Slow Kids e Francesco Cattani, Majakovich e Squaz, Carven e Vincent Filosa, Luminal e Nicolò Pellizzon, Everest The Big Mountain e Fabio Rossin e un sacco di altra gente molto bellona. Poi c’è  “Cresta”, il disco più hard, e anche lì c’è un sacco di roba, i Calafuria e Baronciani, le Agatha e Leomacs, i Testadeporcu e Maicol&Mirko, Il Buio…
Io me lo ascolterei. Me lo guarderei, pure.
La ragione ha torto. La massa è pirla.

Laghetto_FV 

O’ mbriaco, chella ca guarda n’terra e a’ musica. 14, 6, 55.

Mille anni che non posto qualcosa. Posto la festa, che la facciamo domani sera con un sacco di bella gente. Prima dell’ultima festa Diego aveva sistemato il bidet, per questa festa ha sistemato il rubinetto del bagno. Diego non ci sarà alla festa, non c’era nemmeno all’ultima. Ci ho provato eh, ma quale collegamento ci sia tra lui, le feste in casa e i lavori in bagno non riesco davvero a capirlo. La prossima volta chiudo il bagno a chiave una settimana prima della festa, giusto per vedere cosa succede.

ti-sciӧrz RockAndRodes 16

Eccola, c’è pure la bianchissima maglietta. Le stampano loro che sono parecchio bravi. Ocio che finiscono subito.

Follow

Get every new post delivered to your Inbox.